Lombardia, tornano divieti per smog a Milano e province

Lombardia, tornano divieti per smog a Milano e province

K metro 0 – Milano – Da martedì 28 gennaio scattano le misure temporanee di 1° livello – comunica la Regione Lombardia –  nei Comuni con più di 30.000 abitanti e in quelli aderenti su base volontaria nelle province di Milano, Monza, Cremona, Pavia, Bergamo, Como, Lodi, Varese e Mantova. L’assessore all’Ambiente e Clima della

Condividi:

K metro 0 – Milano – Da martedì 28 gennaio scattano le misure temporanee di 1° livello – comunica la Regione Lombardia –  nei Comuni con più di 30.000 abitanti e in quelli aderenti su base volontaria nelle province di Milano, Monza, Cremona, Pavia, Bergamo, Como, Lodi, Varese e Mantova. L’assessore all’Ambiente e Clima della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, commenta: “Abbiamo attivato le misure temporanee di primo livello perché le condizioni meteo per oggi non sono favorevoli alla dispersione degli inquinanti. Da martedì 27 a mercoledì 28 si prevedono invece condizioni atmosferiche più favorevoli alla dispersione, quindi rivaluteremo il loro mantenimento nel corso della settimana”.

Le misure temporanee riguardano il traffico (limitazioni per veicoli fino a Euro 4 diesel ambito urbano), come l’obbligo spegnimento motori in sosta, il riscaldamento domestico, l’agricoltura (divieto di spandimento liquami zootecnici) e divieto assoluto di combustioni all’aperto (accensione di fuochi, falò, barbecue, fuochi d’artificio).

I dati sulla qualità dell’aria vengono esaminati ogni giorno e viene data comunicazione in maniera tempestiva circa la cessazione delle limitazioni temporanee.

Mentre nella capitale Romana, la qualità dell’aria le prime rilevazioni di domenica sui livelli di Pm10, le polveri sottili, parlano di un lievissimo miglioramento rispetto al giorno prima, ma legato alle leggere piogge della notte cadute tra venerdì e sabato. In ogni caso – e parliamo sempre di dati provvisori, riferiti a metà giornata – si è comunque oltre o vicino alla soglia di guardia: a Preneste 48 microgrammi per metro cubo, a villa Ada 34, a via Arenula 41, a Tiburtina 52, a Fermi 52. Stando agli ultimi ufficiali, quelli forniti dall’Arpa che si riferiscono a venerdì 23 gennaio, la situazione è allarmante: in nove centraline su tredici le Pm10 ha superato i livelli di guardia. Il giorno prima gli sforamenti erano stati sette. Guardando ai singoli misuratori, la situazione peggiore si è registrata sulla Tiburtina (70 microgrammo per metro cubo), dove dall’inizio dell’anno si sono registrate 17 giornate di smog oltre il dovuto. Situazione insostenibile anche a Fermi (63), in via Arenula e Preneste (62) e a Cinecittà (61). Sotto la soglia dei 50 microgrammi, soltanto le centraline di villa Ada, Malagrotta, Cavaliere e Guido.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: