Germania. Incentivi per le auto elettriche e sui sussidi per disoccupati

Germania. Incentivi per le auto elettriche e sui sussidi per disoccupati

K metro 0 – Berlino – Il governo tedesco ha deciso di aumentare gli incentivi per l’acquisto di auto elettriche nel giorno in cui la Volkswagen, l’azienda più grande del settore, ha iniziato la produzione di una gamma di veicoli totalmente elettrici. La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha annunciato l’accordo tra il governo e i

Condividi:

K metro 0 – Berlino – Il governo tedesco ha deciso di aumentare gli incentivi per l’acquisto di auto elettriche nel giorno in cui la Volkswagen, l’azienda più grande del settore, ha iniziato la produzione di una gamma di veicoli totalmente elettrici.

La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha annunciato l’accordo tra il governo e i rappresentanti dell’industria automobilistica di raddoppiare gli incentivi per i veicoli elettrici con un prezzo di listino di 40 mila euro. I media tedeschi hanno rivelato che metà delle sovvenzioni, che in futuro ammonteranno a circa 6 mila euro, saranno sostenuti dal settore stesso e saranno estesi fino al 2025.

Le parti hanno anche concordato sull’installazione di 50 mila colonnine di ricarica in tutto il Paese entro il 2022. L’annuncio è arrivato proprio nel giorno in cui la Volkswagen ha iniziato la produzione della ID.3 nella città di Zwickau.

Nel frattempo, la Corte Costituzionale Federale tedesca ha dichiarato di voler limitare le autorità nel taglio dei sussidi per disoccupati che rifiutano di cooperare nella ricerca di un nuovo lavoro. La sentenza emanata martedì è arrivata al termine del processo per un caso in cui un disoccupato ha visto decurtarsi l’indennità dopo aver rifiutato un’offerta di lavoro e dopo aver rifiutato di lavorare in prova. Nel sistema introdotto a metà degli anni 2000, le persone che ricevono sussidi di disoccupazione a lungo termine possono vederli ridotti del 30% in caso di rifiuto di un’offerta di lavoro e del 60% – o la perdita totale – per non aver collaborato ripetutamente con le autorità all’interno di un anno solare.

È un momento di particolare insoddisfazione in Germania ma la cancelliera ha ribadito che la disillusione e il malcontento non danno il diritto alle persone di “cadere nella trappola dell’odio”, facendo riferimento al successo dei partiti di estrema destra nelle recenti elezioni nella Germania dell’est.  Alternative für Deutschland (AfD) ha raccolto più del 20% di preferenze e secondo partito in Sassonia, Brandeburgo e Turingia negli ultimi due mesi. Interrogata sui risultati elettorali, Merkel a Der Spiegel martedì ha spiegato che molti cittadini della Germania orientale non se la sono passata bene. Il partito si è rafforzato in particolare nell’est, controllato precedentemente dai comunisti, dove le persone si sentono ancora svantaggiate a 30 anni dalla riunificazione. A questo proposito, il presidente tedesco President Frank-Walter Steinmeier, all’indomani delle celebrazioni per il trentennio della caduta del muro di Berlino ha voluto ringraziare l’ex leader sovietico Mikhail Gorbachev per ruolo svolto nella riunificazione del Paese. La fine di un’Europa divisa “non sarebbe stata possibile senza le coraggiose e umane decisioni che hai preso all’epoca”, si legge nella lettera indirizzata a Gorbachov. Ma non tutte le speranze di allora si sono concretizzate: “Quello che mi addolora di più è lo stato delle relazioni tra la Russia e la Germania e tra l’Europa e la Russia. L’importante è non rassegnarsi all’alienazione che regna sovrana negli ultimi anni”.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C
Condividi: