fbpx

Deutsche Bank rallentata nella sua corsa dalle valutazioni di Ubs

Deutsche Bank rallentata nella sua corsa dalle valutazioni di Ubs

K metro 0 – Berlino – Ieri, le azioni della Deutsche Bank hanno segnato un nuovo minimo storico a 6.607 euro, con un calo di quasi il 3% rispetto al prezzo di chiusura di venerdì scorso. Il precedente minimo assoluto era stato battuto a 6,678 euro il 27 dicembre scorso. Al ribasso ha contribuito l’UBS, che ha declassato

Condividi:

K metro 0 – Berlino – Ieri, le azioni della Deutsche Bank hanno segnato un nuovo minimo storico a 6.607 euro, con un calo di quasi il 3% rispetto al prezzo di chiusura di venerdì scorso. Il precedente minimo assoluto era stato battuto a 6,678 euro il 27 dicembre scorso.

Al ribasso ha contribuito l’UBS, che ha declassato le azioni della Deutsche Bank a rating «sell» dal precedente «neutrale», con il prezzo obiettivo passato dai 7,80 euro ai 5,70 euro.

Per gli analisti della banca svizzera, guidati da Daniele Brupbacher, nella valutazione del downgrade hanno influito le trattative in fase di stallo con Commerzbank e il futuro incerto di Investment Banking, uno dei principali bracci operativi.

La banca svizzera, in una nota ha dichiarato: “Con il prezzo delle azioni ai minimi di tutti i tempi, spread e CDS ostinatamente alti e profitti depressi, l’urgenza di agire pensiamo che sia alta”.

Le azioni della DB sono in calo del 36% da quando gli investitori si sono incontrati per l’assemblea generale annuale dello scorso anno. La banca tedesca subisce anche le pressioni da parte degli investitori per un taglio della sua divisione di Investment Banking, soprattutto dopo l’interruzione dei colloqui di fusione con Commerzbank.

Il piano di revisione guidato dall’amministratore delegato John Cryan, iniziato ad ottobre, ha comportato un calo del focus della Deutsche Bank nel settore del trading e dell’investment banking, mentre i tassi di interesse sono scegli in territorio negativo in alcuni Paesi dell’Europa e dell’Asia.

L’utile netto è sceso del 61 per cento nel primo trimestre, portando la società a correre il rischio di chiudere il secondo anno consecutivo in perdita a causa delle altissime spese legali.

I risultati raggiunti fino ad ora e le sfide nel prossimo futuro, tra cui la possibilità di un’ulteriore discesa nel settore retail e investimento della banca, con ogni probabilità costringeranno la Deutsche Bank a bilanciare i costi di ristrutturazione data la necessità di raccogliere liquidità per soddisfare i requisiti normativi vigenti, come ha spiegato anche Moody’s.

A Francoforte le azioni Deutsche Bank al momento si attestano a 6,614 euro.

di Salvatore Rondello

 

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
Sunny
MonTueWed
14/1°C
15/2°C
14/6°C

Newsletter


Condividi: