Finlandia. Elezioni vinte dai Socialisti. Un’elezione dominata dai dibattiti sul cambiamento climatico

Finlandia. Elezioni vinte dai Socialisti. Un’elezione dominata dai dibattiti sul cambiamento climatico

K metro 0 – Helsinki – I primi riscontri nelle elezioni parlamentari finlandesi danno il Partito socialdemocratico di centro-sinistra al primo posto e il conservatore National Coalition Party non molto indietro con la maggior parte delle schede scrutinate che sono state espresse in anticipo. I risultati iniziali del pool di 1,5 milioni di voti anticipati,

K metro 0 – Helsinki – I primi riscontri nelle elezioni parlamentari finlandesi danno il Partito socialdemocratico di centro-sinistra al primo posto e il conservatore National Coalition Party non molto indietro con la maggior parte delle schede scrutinate che sono state espresse in anticipo.

I risultati iniziali del pool di 1,5 milioni di voti anticipati, che rappresentano il 36% degli elettori idonei, sono stati pubblicati pochi minuti dopo il termine dei sondaggi in quella che sembra essere una gara serrata.

Il Partito socialdemocratico aveva il 18,9% di voti in più rispetto al conteggio incompleto e il Partito nazionale della coalizione il 17,2%.

Il partito centrale del primo ministro uscente Juha Sipila e il populista dei finlandesi era vicino con il 15,4% e il 15,1% rispettivamente.

In un’elezione dominata dai dibattiti sul cambiamento climatico, i Verdi avrebbero l’11,4%.

Le elezioni hanno seguito una campagna in cui le preoccupazioni sui cambiamenti climatici hanno persino oscurato la questione di come riformare il generoso modello di welfare della nazione.

La Finlandia, membro dell’Unione Europea con 5,5 milioni di persone, ha un terzo del suo territorio al di sopra del Circolo Polare Artico. La maggior parte dei partiti politici sostiene le azioni del governo per frenare il riscaldamento globale.

Le discussioni politiche pre-elettorali su cosa e quanto il paese nordico dovrebbe fare, hanno rivelato le diverse posizioni tra gli elettori. Il Partito dei finlandesi ha protestato contro i sacrifici pubblici in nome della lotta al cambiamento climatico. Ha messo meno attenzione all’immigrazione rispetto agli anti-migranti, come altrove, in Europa, hanno fatto le controparti euroscettiche e populiste negli ultimi anni.

Gli elettori hanno scelto tra i 2.500 candidati di 19 partiti e movimenti politici per i 200 seggi della legislatura di Eduskunta.

Emma Kari, una parlamentare dei Verdi, mentre faceva la campagna elettorale, ha detto: “È chiaro che la stragrande maggioranza dei finlandesi spera che il nuovo parlamento agisca sul clima. I politici devono assumersi la responsabilità”.

In genere, nella migliore espressione del voto, si cercherebbe di formare un nuovo governo con altre parti in qualità di partner. Un governo composto da ministri di diversi partiti politici è una tradizione di lunga data in Finlandia.

Il partito socialdemocratico dell’opposizione, che ha attratto tradizionalmente gli elettori della classe operaia, favorirebbe l’aumento delle tasse e aumenterebbe la spesa per rinnovare un costoso sistema nordico di assistenza sociale e sanitaria che è in difficoltà in uno dei paesi con la popolazione che invecchia rapidamente.

Il leader del Partito socialdemocratico, Antti Rinne, ex ministro delle finanze e leader sindacale, ha detto: “Il governo finlandese ha bisogno della stessa base di valori”.

I socialdemocratici appoggiano anche le politiche pro-europee della Finlandia, che usa la valuta comune dell’euro, ma non è un membro della NATO. La Finlandia ha con la Russia un confine di 1340 chilometri (830 miglia).

Gli elettori rurali e gli altri residenti, che ritengono che i piani per il cambiamento climatico di altri partiti leader richiedano troppi sacrifici, si sono schierati con il Partito populista dei finlandesi.

Halla-aho, il presidente del Partito populista dei finlandesi, ha detto: “Vogliamo una politica climatica più moderata e ragionevole che non scoraggi le industrie dalla Finlandia verso paesi come la Cina. L’immigrazione rimane una questione politica fondamentale”.

Greenpeace Finland ha definito il voto di domenica sulle elezioni climatiche, affermando: “Mai prima d’ora il clima e i limiti del pianeta Terra sono stati discussi con tanta serietà in Finlandia”.

Il gruppo ambientalista ha citato un recente sondaggio a livello nazionale in cui il 70% degli intervistati ha affermato che affrontare il cambiamento climatico e ridurre l’impronta di carbonio dovrebbe essere una priorità chiave del nuovo governo.

La Finlandia sta incrementando la sua produzione di energia nucleare. Il prossimo anno dovrebbe avviare una nuova centrale nucleare. Il mese scorso i legislatori finlandesi hanno votato per eliminare gradualmente il carbone combustibile come fonte di energia per porvi fine nel 2029.

Altre proposte includono l’aumento del numero di veicoli elettrici sulle strade finlandesi e la riduzione del consumo di carne attraverso le tasse o il servire più cibo vegetariano come parte dei pasti finanziati con fondi pubblici in luoghi come scuole e caserme militari.

Un funzionario statale di 49 anni, Sari Hanhinem, di Helsinki, ha detto: “Tutti sono più o meno d’accordo sul fatto che la cosa climatica è molto importante. Ma poi ci sono altre cose, come l’immigrazione … e anche la grande riforma dell’assistenza sociale e sanitaria”.

Il governo uscente della coalizione di centro-destra, guidato dal primo ministro Juha Sipila, del partito di centro, ha avviato un pacchetto di austerità che ha aiutato la Finlandia a tornare alla crescita dopo una recessione di tre anni, ma non ha approvato un importante pacchetto di riforma sociale e sanitaria.

Jukka Vakkila, una dottoressa di 57 anni di Helsinki, ha detto: “I negoziati saranno molto difficili, è molto chiaro, prima che possano creare un governo. Ma penso che troveranno una sorta di consenso … La Finlandia potrebbe essere un buon esempio per gli altri paesi in questo modo”.

di Salvatore Rondello

Posts Carousel

Posta commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Rome
20°
Clear
06:4119:35 CEST
Feels like: 20°C
Wind: 3km/h E
Humidity: 80%
Pressure: 1013.6mbar
UV index: 0
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C