L’Eurostat fotografa la situazione delle nascite nell’Unione europea nel 2017

L’Eurostat fotografa la situazione delle nascite nell’Unione europea nel 2017

K metro 0 – Lussemburgo – L’Ufficio statistico dell’Unione Europea Eurostat, ha fotografato la situazione delle nascite nel 2017 in rapporto all’età delle madri. La Bulgaria detiene il primato di precocità visto che, in media, le donne bulgare hanno il primo bambino a 26 anni. Conquistano quindi lo scettro di mamme più giovani dell’Unione. Inoltre,

K metro 0 – Lussemburgo – L’Ufficio statistico dell’Unione Europea Eurostat, ha fotografato la situazione delle nascite nel 2017 in rapporto all’età delle madri. La Bulgaria detiene il primato di precocità visto che, in media, le donne bulgare hanno il primo bambino a 26 anni. Conquistano quindi lo scettro di mamme più giovani dell’Unione. Inoltre, sono al secondo posto per la presenza di mamme adolescenti, ovvero al di sotto dei 20 anni.  Le altre nazioni nella top 7 delle più precoci, dopo la Bulgaria sono la Romania (26,5 anni), Lettonia (26,9 anni), Slovacchia (27,1 anni), Polonia (27,3 anni), Lituania (27,5 anni) e l’Estonia (27,7 anni).

Le mamme più vecchie dell’Unione europea, che hanno avuto il primo figlio oltre i 30 anni di età, sono quelle di: Italia (31,1 anni), Spagna (30,9 anni), Lussemburgo (30,8 anni), Grecia (30,4 anni) e Irlanda (30,3 anni). Il tasso di natalità più alto per le mamme sotto i 20 anni è stato registrato in Romania (13,9 % delle nascite totali nel 2017) e in Bulgaria (13,8%), poi vengono l’Ungheria (9,9%), Slovacchia (9,5%) e Regno Unito (6,1%). Mentre i tassi più bassi sono stati registrati in Danimarca (1,5%), Italia e Slovenia (1,5%), Paesi Bassi (1,7%), Lussemburgo (1,9%) e Svezia (2%).

In Spagna è stato rilevato il più alto tasso di nascita tra le donne con età superiore ai 40 anni, addirittura il 7,4% delle nascite totali di primogeniti nel 2017. Seguono Italia con il 7,3%, Grecia con il 5,6%, Lussemburgo con il 4,9%, Irlanda con il 4,8% e Portogallo con il 4,3%. In totale nel 2017 sono nati 5,075 milioni di bambini nell’Unione europea, lo scorso anno 5,148 milioni. Di queste, il 45% riguarda il primo bambino, il 36% un secondo e il 19% un terzo o ulteriore

Il tasso di fertilità nell’Unione è in calo se confrontato con il 2016: 1,59 nascite per donna nel 2017 rispetto all’1,6 dello scorso anno. Il picco è stato raggiunto nel lontano 2010, quando si era arrivati a 1,62 nascite per donna. Sempre al di sotto del livello di rigenerazione, che secondo gli analisti si assesta intorno alle 2,1 nascite. In Francia è stato registrato il tasso di fertilità più alto: 1,90 nascite per donna. Seguito da Svezia (1,78), Irlanda (1,77), Danimarca (1,75) e Regno Unito (1,74). Mentre i piu’ bassi sono stati rilevati a Malta (1,26), Spagna (1,31), Italia e Cipro (1,32), Grecia (1,35), Portogallo (1,38) e Lussemburgo (1,39).

Posts Carousel

Posta commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Rome
20°
Clear
06:4119:35 CEST
Feels like: 20°C
Wind: 3km/h E
Humidity: 80%
Pressure: 1013.6mbar
UV index: 0
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C