Russia: Putin mette in guardia gli Stati Uniti sul possibile dispiegamento di missili in Europa

Russia: Putin mette in guardia gli Stati Uniti sul possibile dispiegamento di missili in Europa

K metro 0 – Mosca – Durante il suo discorso al Parlamento russo sullo stato della nazione, il presidente Vladimir Putin ha avvertito gli Stati Uniti, che qualora il governo Trump optasse per il dispiegamento di missili a medio e corto raggio in Europa, allora Mosca si sentirà in dovere di rispondere immediatamente. “Il collocamento

K metro 0 – Mosca – Durante il suo discorso al Parlamento russo sullo stato della nazione, il presidente Vladimir Putin ha avvertito gli Stati Uniti, che qualora il governo Trump optasse per il dispiegamento di missili a medio e corto raggio in Europa, allora Mosca si sentirà in dovere di rispondere immediatamente.

“Il collocamento dei missili Usa in Europa è una minaccia estremamente pericolosa per la sicurezza della Russia e della pace in generale”, ha detto Putin. “Non credo che la situazione internazionale di oggi sia tale da richiedere una esacerbazione ulteriore e irresponsabile, non vogliamo questo”, ha poi specificato.

Secondo quanto riporta AP News, Putin, rivolgendosi alle Camere durante il discorso annuale, ha detto che gli Usa dovrebbero prima iniziare a contare le forze russe e poi decidere se agire, elencando poi i progressi fatti nel settore della difesa nazionale. “A questo proposito, voglio fare un’osservazione importante: nella primavera di quest’anno verrà lanciato il primo vettore sottomarino del complesso Poseidon, il lavoro sta procedendo come previsto”, ha ammonito il presidente russo, per poi incalzare: “Gli Stati Uniti devono rinunciare alle illusioni sulla difesa missilistica mondiale. Il lavoro sulla creazione di nuove armi continua. È iniziata la produzione in massa di Avangard. Quest’anno saranno forniti al primo reggimento delle forze strategiche missilistiche. I test sono condotti su Sarmatian, Peresvet e Kindzhal nella modalità di combattimento sperimentale”.

Putin ha anche accusato gli Stati Uniti di aver abbandonato un patto chiave per il controllo delle armi per liberarsi dagli impedimenti per costruire nuovi missili e cercare di spostare la colpa per il trasferimento in Russia. “I nostri partner americani dovrebbero averlo detto onestamente invece di fare accuse infondate contro la Russia per giustificare il loro ritiro dal trattato”, ha detto Putin, commentando le accuse lanciate dagli USA alla Russia, circa la violazione del trattato delle Forza nucleari a raggio intermedio del 1987. Le armi a raggio intermedio sono state viste come particolarmente destabilizzanti poiché impiegano meno tempo a raggiungere i loro obiettivi rispetto ai missili balistici intercontinentali, senza lasciare praticamente tempo ai responsabili delle decisioni, aumentando la probabilità di un conflitto nucleare globale per un falso allarme di lancio.

Il presidente Putin ha dichiarato di essere preoccupato per la situazione e la “minaccia molto seria”, annunciando che la risposta della Russia sarà asimmetrica, e riaffermando che lo stato sovietico non sarà il primo a schierare nuovi missili a raggio intermedio. “La Russia sarà costretta a creare e dispiegare nuovi tipi di armi che potrebbero essere utilizzate non solo contro i territori da cui proviene una minaccia diretta, ma anche contro i territori in cui i centri decisionali che dirigono l’uso di sistemi missilistici che ci minacciano sono situato “, ha detto Putin, e ha aggiunto: “La capacità di tali armi, compreso il tempo per raggiungere quei centri, sarà equivalente alle minacce contro la Russia”.

L’avvertimento agli Stati Uniti ha seguito il discorso fatto da Putin circa le questioni interne: il Presidente ha promesso ai russi che avrebbe aumentato i sussidi di assistenza sociale, migliorato l’istruzione e il sistema di assistenza sanitaria in difficoltà e rimosso i siti di discarica tossici dalle città. Obiettivi analoghi sono già stati fissati in precedenza, ma i progressi sono stati lenti in quanto la Russia è stata colpita da shock economici causati dal calo dei prezzi del petrolio e dalle sanzioni occidentali

Posts Carousel

Posta commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Rome
20°
Clear
06:4119:35 CEST
Feels like: 20°C
Wind: 3km/h E
Humidity: 80%
Pressure: 1013.6mbar
UV index: 0
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C