Gran Bretagna, conducenti metro pagati molto più di altre categorie

Gran Bretagna, conducenti metro pagati molto più di altre categorie

K metro 0 – Londra – Il caos retributivo non è un’anomalia solo italiana: ultimamente i quotidiani britannici si stanno occupando anche loro dell’argomento, riferendo che, ad esempio, i conduttori della metropolitana di Londra vengono pagati più di piloti d’aereo, dottori, agenti di polizia e infermieri. Il “Sunday Times” riporta che i 9 conducenti più pagati della metropolitana

Condividi:

K metro 0 – Londra – Il caos retributivo non è un’anomalia solo italiana: ultimamente i quotidiani britannici si stanno occupando anche loro dell’argomento, riferendo che, ad esempio, i conduttori della metropolitana di Londra vengono pagati più di piloti d’aereo, dottori, agenti di polizia e infermieri. Il “Sunday Times” riporta che i 9 conducenti più pagati della metropolitana londinese quest’anno, sino a novembre scorso, hanno guadagnato circa 100.000 sterline a testa (trattamento, questo, comprendente straordinari, bonus vari e contributi pensionistici), e altri 30, più di 80.000 sterline ognuno.

Dal 2012, infatti, sotto i governi Cameron e May, nonostante che la crescita economica del Paese non sia stata eclatante, c’è stata una crescita nelle paghe del 69 per cento (con prevedibili effetti, aggiungiamo, sulla spirale inflazionistica generale). I macchinisti della metro londinese, oltre agli stipendi che riferivamo (per i quali, però, il Sindaco di Londra, Sadik Khan, sull’altro tabloid britannico “Metro” online, ha chiamato in causa anche Boris Johnson, suo predecessore tory, dal 2008 al 2016) hanno più di 8 settimane di vacanze pagate l’anno.

Molti ritengono una vera ingiustizia, questi alti salari dei macchinisti. “Questi stipendi sono indifendibili”, ha dichiarato al “Sunday Times”online James Roberts, direttore dell’organizzazione civica “Tax Payers Alliance”; “i contribuenti lo scorso anno hanno versato più di 2 bilioni di sterline ai trasporti londinesi per vederli sprecati in questi compensi stratosferici”. Inoltre, ha aggiunto Roberts, “il ruolo di un macchinista della metropolitana sta diventando sempre più semplice”.

Molti conducenti, in effetti, oggi non devono più guidare i treni, perché molte linee metropolitane – come già da tempo in Giappone e altri Paesi avanzati, sino, ad esempio, alla stessa linea “C” della metro di Roma – sono completamente automatizzate. I macchinisti di queste linee automatizzate devono solo aprire e chiudere le porte della metro; e si prevede che, entro il 2023, tutte le linee della metropolitana londinese saranno automatizzate al cento per cento.   Ma un portavoce dell’azienda “Transport of London” ha precisato, sempre al “Sunday Times”, che, secondo le condizioni concordate nel 2014 con le Trade unions, la paga di base d’ un conducente della metro è di 55.000 sterline annue circa; che possono arrivare a 70.000 con le varie voci aggiuntive, come anzitutto straordinari e contributi pensionistici. Mentre il 3% circa dei macchinisti guadagna anche più di 70.000 sterline: trattandosi- queste le giustificazioni dell’azienda – di conducenti altamente addestrati, e deputati a svolgere un servizio che richiede alta professionalità e competenza, e la capacità di assicurare la sicurezza a centinaia di migliaia di passeggeri che ogni giorno viaggiano in metro.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C
Condividi: