25 anni dei Principi di Parigi: le istituzioni nazionali per i diritti umani sono necessarie più che mai

25 anni dei Principi di Parigi: le istituzioni nazionali per i diritti umani sono necessarie più che mai

K metro 0 – Strasburgo – “Venticinque anni dopo l’adesione ufficiale della comunità internazionale all’idea di creare istituzioni nazionali per la promozione e la protezione dei diritti umani, sostenendo i Principi di Parigi, è evidente che il fatto di avere istituzioni nazionali per i diritti umani indipendenti ed efficaci è tuttora importante e utile”, dichiara Dunja

Condividi:

K metro 0 – Strasburgo – “Venticinque anni dopo l’adesione ufficiale della comunità internazionale all’idea di creare istituzioni nazionali per la promozione e la protezione dei diritti umani, sostenendo i Principi di Parigi, è evidente che il fatto di avere istituzioni nazionali per i diritti umani indipendenti ed efficaci è tuttora importante e utile”, dichiara Dunja Mijatović, Commissaria per i diritti umani del Consiglio d’Europa, nel suo Human Rights Comment pubblicato ieri.

Il 20 dicembre 1993, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato la risoluzione 48/134 intitolata “Istituzioni nazionali per la promozione e la protezione dei diritti umani”, con un allegato contenente i principi relativi allo status delle istituzioni nazionali , meglio noti come Principi di Parigi, in cui incoraggiava tutti gli stati del mondo a creare istituzioni nazionali indipendenti per i diritti umani (NHRI). Le NHRI sono istituzioni non giudiziarie indipendenti create dagli Stati attraverso la loro costituzione o legge, con il mandato di promuovere e proteggere i diritti umani. Gli stati sono liberi di decidere il miglior tipo di NHRI per i loro scopi domestici. In Europa, i modelli più comuni sono le istituzioni del difensore civico, le commissioni per i diritti umani, le istituzioni ibride (che combinano diversi mandati, incluso quello dell’organismo per la parità) e istituti e centri per i diritti umani.

Principi di Parigi costituiscono una serie di standard riconosciuti a livello internazionale per valutare la credibilità, l’indipendenza e l’efficacia delle NHRI. Per essere pienamente efficaci, le NHRI dovrebbero avere un ampio mandato per gestire tutti i diritti umani; una selezione inclusiva e trasparente e un processo di nomina per la loro leadership; essere indipendenti sia nella legge che nella pratica; avere accesso a risorse e personale sufficienti; e cooperare efficacemente con le parti interessate nazionali e internazionali.

Le NHRI sono posizionate in modo univoco per tenere i governi responsabili e far avanzare i diritti umani. In quanto istituzioni statali e finanziate dallo stato, godono di una speciale legittimità e accesso ai responsabili politici. Allo stesso tempo, hanno il mandato di cooperare strettamente con la società civile. Possono quindi fungere da ponte tra la società civile e le autorità, mentre allo stesso tempo, essere indipendenti da entrambi. Come attori locali, gli NHRI hanno una profonda comprensione del contesto nazionale e possono condurre una costante azione di difesa.

Non tutti gli NHRI sono pienamente efficaci e indipendenti, ma quelli che rispettano i Principi di Parigi sono diventati sempre più riconosciuti come attori cruciali all’interno del quadro globale dei diritti umani.

 

http://bit.ly/2S8PrKM

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: