Coalizione crisi del governo belga

Coalizione crisi del governo belga

K metro 0 – Bruxelles – Sabato scorso, il più grande partito della coalizione del governo belga si è dimesso dopo un disaccordo con il primo ministro belga Charles Michel sulla firma del patto del patto per la migrazione delle Nazioni Unite. Michel, potrebbe incontrare dei problemi la settimana prossima a mantenere il suo governo

Condividi:

K metro 0 – Bruxelles – Sabato scorso, il più grande partito della coalizione del governo belga si è dimesso dopo un disaccordo con il primo ministro belga Charles Michel sulla firma del patto del patto per la migrazione delle Nazioni Unite.

Michel, potrebbe incontrare dei problemi la settimana prossima a mantenere il suo governo anche con un rimpasto. La N-VA fiamminga ha detto che avrebbe ritirato i suoi ministri dalla coalizione perché Michel ha intenzione di firmare il piano di migrazione delle Nazioni Unite a Marrakesh, in Marocco, lunedì, nonostante le loro obiezioni.

Il leader di N-VA, Bart de Wever, aveva inviato un ultimatum a Michel per avvisarlo che avrebbe lasciato il governo se avesse firmato la dichiarazione non vincolante dell’ONU. Il premier Michel ha detto che avrebbe continuato con un’amministrazione di minoranza e avrebbe rimescolato i posti, un compito difficile per il governo poiché i relatori francesi e olandesi devono avere un uguale numero di incarichi ministeriali per legge.

Il primo ministro belga ha detto che manterrà una coalizione di minoranza con il movimento riformista liberista di lingua francese (Mouvement Reformateur) e due partiti fiamminghi, il CDC di centro-destra e l’Open VLD.

Charles Michel ha affermato: “Una parola è una parola, è per questo che difenderò il Belgio alla conferenza internazionale delle Nazioni Unite: il governo arancio-blu si concentra sulla continuità, la responsabilità e la stabilità”.

Altri stati europei, in particolare quelli dell’Europa orientale, non firmeranno il patto di migrazione perché temono che possa aumentare l’immigrazione verso l’Europa. Il fenomeno migratorio è diventato come una pericolosa mina vagante per l’Europa.

 

di Salvatore Rondello

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: