Il Congresso raccomanda di tenere separatamente le elezioni alle assemblee cantonali della Federazione di Bosnia ed Erzegovina

Il Congresso raccomanda di tenere separatamente le elezioni alle assemblee cantonali della Federazione di Bosnia ed Erzegovina

K metro 0 – Strasburgo – Una delegazione del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa ha condotto una missione di osservazione elettorale in Bosnia-Erzegovina a guardare, soprattutto le elezioni del 10 Assemblee cantonali della Federazione di Bosnia Erzegovina e il sondaggio nel distretto di Brčko, il 7 ottobre 2018, come parte delle

Condividi:

K metro 0 – Strasburgo – Una delegazione del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa ha condotto una missione di osservazione elettorale in Bosnia-Erzegovina a guardare, soprattutto le elezioni del 10 Assemblee cantonali della Federazione di Bosnia Erzegovina e il sondaggio nel distretto di Brčko, il 7 ottobre 2018, come parte delle elezioni generali tenute in tutto il paese.

La delegazione, guidata da Stewart Dickson (UK GILD), portavoce tematica del Congresso per osservare le elezioni locali e regionali, era composto da 18 osservatori provenienti da 17 paesi membri. Questi sono stati dispiegati in quasi 150 seggi elettorali nei 10 cantoni della Federazione di Bosnia ed Erzegovina.

Il capo della delegazione ha affermato che la giornata di votazioni è stata generalmente ben organizzata e preparata e che la maggioranza dei membri della Commissione è stata in grado di gestire il processo nonostante le circostanze difficili.

Tuttavia, ha sottolineato le incongruenze nel modo in cui le quattro schede elettorali sono state espresse ai sondaggi, nonché la questione di identificare l’appartenenza politica dei membri delle Commissioni. “Abbiamo visto diversi casi di assistenza al voto senza essere convinti che fosse davvero giustificato, crediamo che ci sia spazio per migliorare la segretezza del voto”, ha detto. ha sottolineato anche la lentezza e la durata della procedura di voto come un’altra area di interesse.

Il capo della delegazione ha sottolineato che le elezioni generali – che ha avuto luogo lo stesso giorno e hanno dato luogo a decisioni importanti per il paese – chiaramente oscurato cantonale di queste elezioni, in quanto particolarmente sono a causa della competenza dei cantoni all’interno della Federazione della Bosnia ed Erzegovina e del ruolo dei cantoni nella complessa struttura delle istituzioni in Bosnia ed Erzegovina.”Riteniamo che le elezioni cantonali debbano svolgersi contemporaneamente alle elezioni locali, non contemporaneamente alle elezioni generali”, ha affermato. “Ciò renderebbe giustizia al ruolo dei cantoni e renderebbe più facile per i cittadini prendere decisioni informate nel giorno delle elezioni.

“Parallelamente ad altre decisioni nel contesto locale e regionale che potrebbero contribuire a fare progressi – citerò qui solo l’esempio delle tanto attese elezioni locali a Mostar – ciò potrebbe rafforzare la fiducia dei cittadini nelle istituzioni e la classe politica, perché il disincanto politico, la mancanza di prospettive e orientamenti sono, come tutti sappiamo, il problema fondamentale e principale di questo paese “, ha concluso il capo della delegazione.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: