Protezione civile dell’UE si mobilita a sostegno della Grecia dopo gli incendi devastanti

Protezione civile dell’UE si mobilita a sostegno della Grecia dopo gli incendi devastanti

K metro 0 – Atene – Continuano le ricerche delle vittime degli incendi iniziati lunedì pomeriggio a Mati, Rafina e Kineta, vicino la capitale greca Atene. I vigili del fuoco insieme alla protezione civile greca ed internazionali, stanno perlustrando ogni singola abitazione, mentre la guardia costiera sta passando al setaccio le coste in cerca di

Condividi:

K metro 0 – Atene – Continuano le ricerche delle vittime degli incendi iniziati lunedì pomeriggio a Mati, Rafina e Kineta, vicino la capitale greca Atene. I vigili del fuoco insieme alla protezione civile greca ed internazionali, stanno perlustrando ogni singola abitazione, mentre la guardia costiera sta passando al setaccio le coste in cerca di coloro che si sono gettati in mare nel tentativo di salvarsi. Il bilancio ufficiale dei morti è di 80, mentre i feriti sono circa 500. Ci sono ancora decine di dispersi.

Il commissario per la gestione degli aiuti umanitari e delle crisi, Christos Stylianides, è arrivato ieri ad Atene per coordinare il soccorso dell’UE fornito alla Grecia attraverso il meccanismo di protezione civile dell’UE dopo gli incendi mortali che hanno devastato l’Attica. Il commissario ha annunciato che l’Italia e la Romania hanno inviato 4 aerei e le forze di terra da Cipro hanno da ieri iniziato a lavorare. Il supporto di assistenza alla Grecia, attraverso il meccanismo di supporto europeo, è arrivato anche dalla Spagna, Bulgaria, Croazia, Portogallo, Malta e Montenegro.

Il Commissario Stylianides si è incontrato oggi, con il primo ministro Tsipras e Kyriakos Mitsotakis, leader dell’opposizione, poi ha visitato le aree colpite per coordinare le operazioni di soccorso dell’UE in loco. Il commissario Stylianides ha dichiarato: “Qui ad Atene ho incontrato il Ministro Nikos Toskas per scambiare informazioni sugli sviluppi. Ho ribadito che l’UE continuerà a fare tutto il possibile per aiutare la popolazione e le autorità greche in questa situazione così straziante. Siamo tutti insieme per questo. È un giorno di dolore, ma insieme, come europei, siamo determinati a combattere decisamente questi incendi. Attraverso il nostro meccanismo di protezione civile dell’UE, abbiamo mobilitato aerei, veicoli, personale medico e vigili del fuoco. Abbiamo ricevuto altri aiuti ieri sera e ringrazio tutti i Paesi che hanno dato il loro supporto. La priorità deve continuare ad essere quella di aiutare le persone colpite per tutto il tempo necessario.” Il satellite europeo Copernicus sistema è stato anche attivato per fornire alle autorità mappe altamente specializzate. La Commissione continua a soccorrere gli altri Stati membri che hanno chiesto aiuto. In Svezia, il sostegno dell’UE continua con 7 aerei, oltre 300 vigili del fuoco e 60 veicoli, già operativi nelle aree colpite. Per la Lettonia, il sistema europeo Copernicus Satellite è stato attivato per assistere le autorità nazionali nella mappatura di emergenza delle aree a rischio.

La Commissione cofinanzia i costi di trasporto dell’assistenza attraverso il meccanismo di protezione civile che collega insieme tutte le autorità di protezione civile in Europa. La Commissione ha proposto di rafforzare la risposta della protezione civile dell’UE in materia di prevenzione in modo da prevenire i disastri che colpiscono gli Stati membri, dove si trovano meglio preparati ad affrontarli. La proposta rescEU è una parte centrale dell’agenda del presidente Juncker per un’Europa.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: