Germania: CDU-CSU il ministro dell’Interno Seehofer resta

Germania: CDU-CSU il ministro dell’Interno Seehofer resta

K metro 0 – Berlino – una soluzione “per salvaguardare lo spirito europeo” e “mettere ordine” sui movimenti secondari, ha detto la cancelliera Merkel, il ministro dell’Interno tedesco Horst Seehofer non si dimetterà, dopo ore di estenuanti colloqui con la cancelliera Angela Merkel. Ha affermato che i due partiti conservatori nella coalizione di governo hanno

Condividi:

K metro 0 – Berlino – una soluzione “per salvaguardare lo spirito europeo” e “mettere ordine” sui movimenti secondari, ha detto la cancelliera Merkel, il ministro dell’Interno tedesco Horst Seehofer non si dimetterà, dopo ore di estenuanti colloqui con la cancelliera Angela Merkel. Ha affermato che i due partiti conservatori nella coalizione di governo hanno concordato su come prevenire l’immigrazione clandestina dall’Austria oltre il confine. In precedenza, Horst Seehofer aveva minacciato di far cadere il governo, ma ora entrambi hanno trovato un accordo. Questo si basa sul fatto che i controlli di confine saranno rafforzati. Come riferisce l’agenzia di stampa Reuters, la Cancelliera Merkel ha asserito che è stato trovato un buon compromesso con Seehofer che guida la Christian Social Union (CSU), il partito bavarese vicino alla (CDU) della signora Merkel. “Dopo intense discussioni tra CDU e CSU abbiamo raggiunto un accordo su come possiamo in futuro prevenire l’immigrazione clandestina al confine tra Germania e Austria”, ha detto Seehofer ai giornalisti mentre lasciava il quartier generale della CDU a Berlino. Seehofer chiedeva il diritto di allontanare i migranti irregolari ai confini della Baviera, ma la Merkel ha difeso il precedente accordo raggiunto con l’UE.

I principali funzionari della CSU avevano, comunque, espresso la volontà di rimanere al governo con la CDU. La cancelliera Merkel aveva ricevuto il sostegno sia dal CDU che dalla CSU in una riunione parlamentare lunedì e in quell’occasione Seehofer non si presentato. Alexander Dobrindt, leader del gruppo parlamentare della CSU, ha affermato che “un forte alleanza dimostra il suo valore solo quando viene sfidata”. Ha elogiato 70 anni di unità tra i due partiti di centro-destra, secondo quanto riportato dai media tedeschi. Il primo ministro bavarese della CSU, Markus Söder, ha dichiarato: “siamo pronti per i compromessi” e “per noi ora non c’è uscita dal governo”. I sondaggi di opinione suggeriscono che, in caso di nuove elezioni, il DOCUP non trarrebbe profitto dalla spaccatura CDU-CSU sulla migrazione. Ma il leader della SPD, Andrea Nahles, ha avvertito che “la mia pazienza si è esaurita”. “Vogliamo una politica migratoria umanitaria, ma anche realistica”, ha detto in una conferenza stampa. Domenica sera, la CDU ha approvato una risoluzione a sostegno della posizione della cancelliera Merkel sulla migrazione. Il segretario generale della CDU, Annegret Kramp-Karrenbauer, ha affermato che il partito ritiene necessaria una soluzione europea, dopo che sono emerse notizie dal CSU su possibile dimessioni di  Seehofer sia come leader del partito, che come ministro degli interni. L’onorevole Seehofer si era lamentato di aver avuto una “conversazione sterile” con la signora Merkel sabato. Gli storici esponenti della CSU, tra cui l’onorevole Dobrindt, hanno immediatamente cercato di persuadere Seehofer a non mollare e così Seehofer stesso ha annunciato di aver accettato di avviare una trattativa finale con la CDU come “ultima concessione”.

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: