UE: Lo status fondamentale dei cittadini degli Stati membri

UE: Lo status fondamentale dei cittadini degli Stati membri

K metro 0 – Il riconoscimento della cittadinanza europea significa essere titolari di una serie di diritti di cui spesso i cittadini dell’unione ignorano la portata, i vantaggi se non addirittura l’esistenza, tanto che non sempre lì esercitano o li rivendicano nel momento in cui vengono disattesi o violati. come ripetutamente affermato dalla Corte di

Condividi:

K metro 0 – Il riconoscimento della cittadinanza europea significa essere titolari di una serie di diritti di cui spesso i cittadini dell’unione ignorano la portata, i vantaggi se non addirittura l’esistenza, tanto che non sempre lì esercitano o li rivendicano nel momento in cui vengono disattesi o violati. come ripetutamente affermato dalla Corte di giustizia «lo status fondamentale dei cittadini degli Stati membri». “Ogni cittadino ha il diritto di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri”. in tema di diritti ogni persona che appartiene all’Unione, pur nella diversità derivante dalla nazionalità, è uguale a tutte le altre dell’Unione. E se ognuno diventa consapevole di questo fatto, l’Unione europea acquisterà maggiore forza e prestigio.

I diritti che derivano dalla cittadinanza europea sono contenuti nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, si tratta di dignità, libertà, uguaglianza, solidarietà, cittadinanza, giustizia in tutti gli ambienti anche il diritto di godere in uno Stato terzo della protezione diplomatica e consolare di un qualsiasi Stato dell’Unione, o fuori dell’unione. Ogni anno circa 7 milioni di cittadini europei viaggiano in posti dove il loro paese d’origine non ha rappresentanza consolare. Da oggi potranno chiederla all’ufficio di qualsiasi altro paese europeo, come se fosse il proprio.

soggiornare in un Paese dell’Unione

 “Ogni cittadino ha il diritto di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri” (art. 45).

Per soggiornare in un Paese dell’Unione, se il soggiorno è inferiore a tre mesi, in genere è sufficiente essere muniti di un documento d’identità. Soltanto in alcuni Paesi è necessario comunicare, entro breve tempo, la propria presenza alle autorità competenti. Durante il soggiorno il cittadino ospite deve essere trattato come i cittadini nazionali (per esempio, può frequentare regolarmente gli studi). Se il soggiorno in uno Stato membro supera i tre mesi per motivi di lavoro, l’interessato deve iscriversi presso le autorità competenti e ottenere l’attestato di iscrizione, che ha validità illimitata. Le stesse condizioni sono riservate ai pensionati. Se, invece, si tratta di uno studente, egli, oltre a ottenere l’attestato di iscrizione, deve anche disporre di un reddito sufficiente e di un’assicurazione sanitaria. Nel caso in cui il soggiorno duri ininterrottamente per cinque anni, è possibile ottenere il permesso di soggiorno permanente.

Viaggiare fuori dell’Unione

Emanata una direttiva europea che consente ad ogni cittadino dell’Unione, di godere della protezione delle autorità diplomatiche e consolari di qualsiasi Stato membro dell’UE nei paesi in cui lo Stato di cui ha la cittadinanza non è rappresentato. In una situazione di questo genere i cittadini dell’Unione hanno il diritto di essere tutelati alle stesse condizioni dei cittadini di quello Stato membro dell’UE.

Quale tipo di assistenza viene fornita?

Quando un cittadino dell’UE in una situazione del genere cerca aiuto presso l’ambasciata o il consolato di un altro paese dell’UE deve presentare una carta d’identità o un passaporto, come prova della cittadinanza. Se tali documenti sono stati rubati o smarriti, l’ambasciata può accettare qualsiasi altra prova.

Le rappresentanze diplomatiche e consolari che forniscono la protezione devono trattare una persona in cerca di aiuto come se fosse un cittadino del paese dell’UE che esse rappresentano. La protezione in genere offerta dalle ambasciate o dai consolati degli Stati membri dell’UE comprende:

  • l’assistenza in caso di decesso
  • l’assistenza in caso di incidente o malattia grave
  • l’assistenza in caso di arresto o detenzione
  • l’assistenza alle vittime di reati violenti
  • il soccorso e il rimpatrio di cittadini dell’Unione in difficoltà.
Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C

Newsletter


Condividi: