Parlamento europeo: stop agli incentivi per le centrali a carbone

Parlamento europeo: stop agli incentivi per le centrali a carbone

K metro 0  – Bruxelles – Il Parlamento Europeo ha deciso di non concedere più incentivi per le centrali a carbone: i sussidi alle centrali che usano i carburanti fossili per la produzione di energia saranno utilizzati solo come risorsa ultima. Decisione presa per la salvaguardia ambientale ma scaturita, anche da considerazioni di carattere economico.

Condividi:

K metro 0  – Bruxelles – Il Parlamento Europeo ha deciso di non concedere più incentivi per le centrali a carbone: i sussidi alle centrali che usano i carburanti fossili per la produzione di energia saranno utilizzati solo come risorsa ultima. Decisione presa per la salvaguardia ambientale ma scaturita, anche da considerazioni di carattere economico. Infatti è stato calcolato che alcuni paesi europei destinano circa 100 miliardi di euro all’anno alle fonti inquinanti. L’Italia spende circa 10, 5 miliardi l’anno per gli incentivi alle centrali a carbone, la Francia 24 miliardi, la Germania 45, la Spagna 20. Tutte queste risorse potrebbero essere utilizzate per fonti sostenibili. Già la Commissione europea si era occupata dello stesso problema, stabilendo di fermare gli incentivi per le centrali a carbone entro il 2025. Gli Stati membri dovranno rivedere i propri piani di incentivi nel mercato energetico, investendo sulle energie rinnovabili. Si cercherà anche di dare supporto ai cittadini che da privati vogliono produrre in casa propria l’energia di cui necessitano.

 

Condividi:

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Pubblicità

Most Commented

Featured Videos

Che tempo fa

Rome
20°
Clear
WedThuFri
min 16°C
29/18°C
27/17°C
Condividi: